NEWS

06/09/2019

II° CONFERENZA DEI SERVIZI – parere di conformità V.I.A.  TRENTO 03/09/2019

Finalmente martedì 03/09/2019 abbiamo ottenuto il parere favorevole dalla conferenza dei servizi della Provincia di Trento in merito alla valutazione di impatto ambientale, comunemente detta V.I.A..

Non è stata, come ormai siamo abituati, cosa semplice e nonostante alcune prescrizioni che andremo ad ottemperare dopo ulteriore discussione con i tecnici specifici della Provincia, abbiamo superato anche questo scoglio che preoccupava il consiglio intero.

Va sottolineato che il confronto con i preposti della commissione V.I.A. provinciale si è dimostrato sin da subito costruttivo, soprattutto tenendo conto che l’area interessata dal nostro impianto è stata in più punti sconvolta dalla tempesta Vaia del 29/10/18 destabilizzando la morfologia del terreno.

Ora ci aspettano i seguenti passi:

  • Delibera della giunta provinciale per la gara di appalto
  • Istruttoria della gara d’appalto (PAT)
  • Pubblicazione della gara (PAT)
  • Assegnazione della gara (PAT)
  • Concessione Funiviaria (PAT)
  • Concessione Edilizia (COMUNE DI MOENA)

Molto lavoro burocratico ancora ci aspetta, ma con cauto ottimismo procediamo, accompagnati dalla determinazione di sempre.


22/07/2019

SCADENZA TERMINI V.I.A. – CONFERENZA DEI SERVIZI TRENTO 16/07/19

Il giorno 16/07/19 a Trento si è svolta la Conferenza dei Servizi atta a raccogliere il parere dei vari servizi preposti della Provincia in merito al nostro progetto di collegamento di Moena-Valbona sulla procedura di valutazione dell’impatto ambientale (correntemente chiamata V.I.A.) e alla sua approvazione.

Per Funivia Moena era presente il presidente Sommavilla e il consigliere Guadagnini, oltre al nostro primo cittadino Felicetti Edoardo a cui va un ringraziamento per la fermezza nel sostenere alcuni punti cardini dei nostri intenti.

Nessuna associazione o lega ambientalista ha presentato osservazioni entro i termini stabiliti dalla normativa, né tantomeno semplici cittadini, e questa è cosa estremamente positiva.

Nel corso della Conferenza dei Servizi non sono state sollevate questioni importanti di incompatibilità con le vigenti leggi, altra cosa da considerarsi fondamentale, tuttavia sono state richieste delle integrazioni alla già consistente documentazione presentata i primi giorni di maggio u. s.

Stiamo quindi procedendo a completare quanto sopra e contiamo a breve di superare anche lo scoglio del V.I.A. per poi sollecitare la Provincia ad indire finalmente il bando del collegamento Moena-Valbona.


16/05/2019

In data odierna abbiamo pubblicato sul quotidiano “Il Corriere del Trentino”, come da termini di legge, quanto segue:

AVVISO AL PUBBLICO

AVVIO PROCEDIMENTO DI VALUTAZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE (VIA).

Questo passaggio, come già descritto nella comunicazione dello scorso 7 maggio, dà inizio al percorso dell’iter previsto relativo al V.I.A. (durata circa 170 giorni).


07/05/2019

Nell’ultima assemblea del 10 settembre 2018 Vi avevamo comunicato il raggiungimento di fondamentali obiettivi quali:

  • parere positivo del NAVIP alla nostra proposta di progetto di finanza;
  • messa a disposizione della P.A.T. di 5 milioni sull’assestamento di bilancio del 22.06.2018;
  • dichiarazione di pubblica utilità da parte della P.A.T. (01.08.18) la quale, se ben ricordate, prevedeva tra le altre cose alcune prescrizioni e precisamente:
    A) Verifica della prosecuzione del iter mediante “Screening” o “Valutazione di impatto ambientale” (V.I.A.);
    B) Verifica posizionamento pista ciclabile e conseguente distanza dall’argine del torrente Avisio della stazione di partenza;
    C) Verifica e rispetto delle nuove linee guida del Anac (legge anti corruzione).

Affrontare i punti “B” e “C” con gli enti preposti è stata cosa relativamente semplice e veloce, altrettanto non si può dire per il punto “A”, in quanto fin da subito e contrariamente a quanto fino ad allora pensavamo, ci è stato prospettato che l’unica soluzione per proseguire era quella di predisporre una precisa e dettagliata documentazione affinché si giungesse ad una corretta Valutazione di Impatto ambientale (V.I.A.) della nostra proposta per la costruzione e gestione del collegamento Moena-Valbona.

Chiaramente, visti gli accadimenti atmosferici che hanno colpito il nostro territorio nello scorso 3 luglio ma soprattutto il 29 ottobre 2018, la preparazione di quanto richiesto è stato un lavoro tutt’altro che semplice: abbiamo dovuto ricostruire in alcuni casi ripartendo da zero tutto quello che avevamo presentato per l’approvazione del Progetto di finanza (relazione geologica, nivologica, revisione calcoli statici per alcuni plinti, ecc.), con un chiaro ulteriore dispendio di energie, risorse economiche, ma soprattutto con un abnorme allungamento dei tempi previsti, nonostante un positivo approccio avuto dai nostri tecnici con i funzionari provinciali.

Finalmente il 16 aprile 2019  abbiamo inviato l’ultimo documento richiesto, dando di fatto inizio alla procedura di Valutazione di impatto ambientale, la quale dovrebbe durare al massimo 170 giorni (il condizionale ormai è diventato una prassi).

A questo punto ci mancano i seguenti passaggi a Trento per la licenza funiviaria:
1) Delibera della giunta provinciale per la gara di appalto
2) Istruttoria della gara di appalto
3) Pubblicazione della gara
4) Assegnazione della gara

Abbiamo fiducia quindi di poter chiudere l’iter “Trentino“ entro il mese di novembre 2019, per poi procedere con la richiesta al comune di Moena della licenza edilizia atta alla costruzione del collegamento. A tal proposito abbiamo già iniziato i colloqui con i tecnici comunali per la preparazione di quanto necessario in loco, cosa che riteniamo sia meno complicata altrettanto laboriosa, ma che almeno viene giocata in casa e con la collaborazione, ne siamo certi, della nostra amministrazione comunale, che molto ha già fatto per la causa.

In sintesi le cause del ritardo così pesante su quanto prospettato nella nostra ultima assemblea sono da imputarsi a due fattori:
A) Procedura di V.I.A. che fino all’ultimo pensavamo di evitare;
B) Eventi atmosferici che hanno di fatto appesantito e complicato la suesposta procedura.

Garantire una data certa sulla posa della prima pietra del collegamento Moena-Valbona per scaramanzia non è cosa ragionevole, è cosa ragionevole confermare che nel 2020 inizieranno i lavori per la mobilità alternativa moenese.


30/05/2018

Giovedì 24 maggio 2018 a Trento si è svolto, come da prassi per i progetti di finanza, l’incontro tra le società proponenti (Funivia Moena S.p.A., S.I.F. Lusia S.p.A., e Leitner S.p.A.) e il Nucleo di analisi e valutazione degli investimenti pubblici (NAVIP) al fine di illustrare le peculiarità della proposta.

Per le società proponenti erano presenti l’Ing. Calderara (Leitner), il Sig. Anzelini (Lusia) e il nostro presidente Sig. Sommavilla Maurizio, mentre i membri del consiglio NAVIP erano presenti al completo.

L’incontro si è svolto in un’atmosfera cordiale e attenta, e dopo una precisa presentazione tecnica da parte dell’Ing. Calderara, i rappresentanti delle società proponenti hanno risposto alle domande poste dai membri NAVIP.

Sia il nostro presidente Sommavilla che il presidente Anzelini hanno infine sottolineato ancora una volta l’importanza strategica dell’opera in questione ribadendo che una località di montagna ha bisogno, per essere considerata sui mercati internazionali, di un collegamento diretto del paese con le piste da sci e, per ultimo ma non meno importante, di avere una mobilità interna il meno possibile impattante.

Aspettiamo ora, se ve ne sarà bisogno, eventuali richieste di chiarimenti ulteriori da parte dei tecnici del NAVIP e ribadiamo la nostra convinzione di poter rispettare l’obiettivo della messa in funzione del collegamento Moena – Valbona entro dicembre 2019.


10/05/2018

In data odierna presso l’ufficio appalti della Provincia è stata aperta la proposta. La commissione ha proceduto a verificare il contenuto e a catalogarlo, definendolo completo.

Ora il tutto passerà in mano al NAVIP il quale valuterà e potrà eventualmente chiedere integrazioni o chiarimenti.


09/05/2018

In data 4 maggio 2018 abbiamo finalmente presentato la proposta spontanea di “project financing” (PEF) agli organi competenti della provincia Autonoma di Trento.

Come già preannunciato, la predisposizione di quanto sopra è stata cosa assai lunga, complicata e laboriosa ma alla fine crediamo assieme ai nostri partner Studio Scozzi, Studio Florenzano, Leitner S.p.A. e S.I.F. Lusia S.p.A., di aver presentato un ottimo lavoro con una serie infinita di elaborati, relazioni, conteggi e previsioni, ponderati in maniera maniacale onde evitare pericolose obiezioni da chi titolato a controllo e verifica.

Negli ultimi quattro mesi, spesso, abbiamo dovuto correggere, modificare e rivedere il lavoro in corso proprio per non lasciare nulla al caso e per addivenire al più presto alla concessione a cui tutti noi tanto teniamo.

Ora la competenza passa agli organi provinciali che dovranno valutare se quanto da noi proposto è conforme a quanto stabilito dalla legislatura europea, per poi indire il bando atto ad assegnare la costruzione e gestione del collegamento funiviario da Moena a Valbona.

È presumibile che non vi saranno altre associazioni temporanee di impresa che parteciperanno alla gara e quindi, se risulteremo vincitori, andremo a costituire una società di progetto con S.I.F. Lusia S.p.A. e Leitner S.p.A. per costruire quello per cui tanto abbiamo faticato.

Crediamo che vada ancora una volta sottolineata la grande risposta di adesione data dalla comunità moenese e dagli “amici di Moena”, unitamente a S.I.F. Lusia S.p.A. e a S.I.T. Bellamonte S.p.A.. Siamo orgogliosi della partecipazione e della fiducia dimostrata finora e ancor più ora che il nostro obiettivo si sta avvicinando.

Il Consiglio di Amministrazione della vostra società ha scelto volutamente di mantenere un basso profilo di comunicazione di quanto si stava facendo ed è per questo motivo che né giornali né tantomeno tv locali hanno mai dato notizia di come procedeva il tutto.

Non ci rimane che monitorare l’iter della nostra proposta, al fine di addivenire il più velocemente possibile all’approvazione del “project financing” affinché l’obbiettivo di inaugurare il collegamento da Moena con l’Alpe di Lusia entro il dicembre 2019 diventi cosa certa.


23/11/2017

In data 22 novembre 2017 si è svolta l’Assemblea Generale dei Soci in cui si è approvato il bilancio d’esercizio chiuso al 30/06/2017 e sono state illustrate le fasi del project financing con cui verrà realizzata l’opera. E’ possibile visualizzare le slide della presentazione cliccando qui.


28/10/2016

Vi informiamo che mercoledì 26 ottobre 2016 è stato effettuato il sopralluogo dell’Ufficio Valutazioni Ambientali. Dopo una breve descrizione del progetto, è stata visitata la zona dove sorgerà la stazione a monte dell’impianto per poi ridiscendere a valle lungo il tracciato di linea. Il sopralluogo vale anche per la procedura di rilascio concessione ai sensi della LP 7/87.

sopralluogo_valbona_1 sopralluogo_valbona_3 sopralluogo_valbona_2 sopralluogo_valbona_4


20/10/2016

Durante l’Assemblea dei soci del 18 ottobre 2016, in seguito alla relazione del pres. Sommavilla Maurizio sullo stato delle cose e all’intervento del Dott. Scozzi, sono stati nominati due nuovi componenti del C.d.A., individuati nelle persone di Kostner Alberto, direttore della Scuola di Sci Moena Dolomiti, e Galbusera Lorenzo, albergatore di Moena.


22/09/2016

Vi informiamo che martedì 18 ottobre 2016 alle ore 20.30, presso l’Aula Magna del Polo scolastico di Moena, verrà convocata la prima Assemblea Generale ordinaria dei soci di Funivia Moena S.p.A.


13/09/2016

Informiamo i soci che in data 13/09/2016 è stato presentato, presso i competenti uffici provinciali, lo screening (elaborato progettuale) che dà inizio alla procedura atta all’ottenimento della concessione funiviaria per la costruzione del nuovo impianto.
Presumiamo che dalla presentazione dello screening all’ottenimento della concessione funiviaria ci vorranno dai 90 ai 120 giorni, tali sono i tempi della burocrazia, ma contiamo di poter disporre di tale documento entro dicembre 2016.

Nel frattempo i professionisti da noi incaricati hanno elaborato e completato per la presentazione agli organi competenti la sottoelencata documentazione:
1) Progetto funiviario definitivo;
2) Progetto architettonico stazione a valle e monte;
3) Relazione geologica;
4) Relazione nivologica;
5) Relazione forestale;
6) Progetto prolungamento e sistemazione strada forestale Pian Confolin – Valbona, la quale oltre ad essere indispensabile per i lavori di realizzazione servirà anche come “strada di soccorso” necessaria durante il funzionamento dell’impianto.